To Be Packing, è arte anche quella dell’immagine

Uno showroom a Milano ed un altro a New York, un’espansione rapidissima da un capo all’altro del mondo, con esportazioni soprattutto negli Stati Uniti, Europa e Medio Oriente, un fatturato che in breve ha raggiunto i 9 milioni. Giovane ma dinamica e fortemente motivata, To Be Packing, azienda con sede operativa nel bergamasco, ha numeri importanti, destinati sicuramente a crescere. E’ la buona imprenditoria nostrana che sa mettere a frutto il buongusto italiano, prezioso valore aggiunto del più rappresentativo Made in Italy. Buongusto e salde competenze che hanno consentito al brand di piazzarsi in pole position nel settore del packaging e della vetrinistica per gioielleria, dove probabilmente mai come oggi è massima l’attenzione per il contenitore e per il messaggio che deve veicolare: una confezione esteticamente ineccepibile e fatta di materiali selezionati non può che custodire contenuti di pregio, e viceversa. Ecco allora che il prodotto realizzato nelle officine bergamasche di To Be Packing soddisfa coerentemente raffinati canoni estetici ed in più viene personalizzato secondo le esigenze della clientela. Astucci,  custodie, espositori fanno scena da sé ed hanno stesso aplomb del contenuto, il dentro ed il fuori giocano ruoli alla pari.

Risultati conseguiti grazie al saldo know-how acquisito con una presenza costante nel panorama internazionale di riferimento e grazie alla partecipazione in prestigiose fiere di settore: JCK & Couture Las Vegas, Hong Kong Jewellery Show, JA New York, Baselworld, VicenzaOro, IJT Tokyo, Packaging Première, mission worldwide a Dubai, Istanbul.

 

 

http://preziosamagazine.com/to-be-packing-e-arte-anche-quella-dellimmagine/

 

 

fotogallery
SCRIVI COMMENTO