To Be Packing, la buona imprenditoria italiana a VicenzaOro

 

Astucci, vetrine, borse, pochettes, nastri, vassoi, rotoli ma anche materiale di presentazione e complementi per gioielleria, tutto personalizzabile a misura del cliente e con consegna garantita in 40/60 giorni lavorativi.

To Be Packing ha raggiunto in pochi anni posizioni di primo piano nel packaging e corredo informativo per gioielleria, conquistando mercati nazionali ed internazionali, facendo crescere le esportazioni del 40% e nel contempo anche il fatturato, con un incremento netto di ulteriori 5 milioni di euro. Il suo più valido veicolo pubblicitario è il prodotto. Indipendentemente dalla superiore qualità dei materiali utilizzati, fa stile la capacità di coniugare package e gioiello integrandoli in modo ottimale, l’uno riflesso dell’altro; fa stile l’invenzione di soluzioni continuamente dissimili ed innovative, talvolta audaci e per questo ancora più apprezzate; fa stile la sapiente modulazione di cromie e contrasti, sempre equilibrati.


Gli ultimi lavori del brand bergamasco riguardano ancora prestigiose realtà del comparto. Il primo è stato concluso per l’antica Gioielleria Lucchetti, nata nel 1873 e giunta oggi alla quarta generazione. I girotondi che ne custodiscono le ideazioni sono di blu intenso, come la notte, per esaltare lo splendore del gioiello che vi è racchiuso.

Lo schienale a scorrimento caratterizzato dalla ripetizione del marchio Royal Asscher laccato in oro è unico nel suo genere. La soluzione è stata adottata dalla famiglia Schaap en Citroen, concordata grazie al team multilingue del brand, che ha permesso anche l’accordo con l’Atelier Scheuble, gioielleria e orologeria tedesca i cui manufatti sono accolti su una vetrina modello Barcelona, dalle linee morbide ed avvolgenti, con laccatura in oro e targa magnetica personalizzata.

 

 

fotogallery
SCRIVI COMMENTO